Il Locale

Immersione nella natura

Ripensato per ospitare la luce e catturare il fresco odore del fiume.
Potremmo sintetizzare così, per chi non lo conosce, il Passaparola.
La grande vetrata interna che abbraccia la sala principale sembra appunto realizzata per permettere alla luce del giorno di baciare i tavoli, mentre la sera fa capolino la Luna, a rendere ancor più magico l’affaccio sul fiume.
D’estate è invece il giardino di oltre 1000 metri quadri il vero protagonista. Appollaiato sull’argine, accoglie numerosi tavoli, nascosti nella vegetazione lussureggiante, a ricreare un’intima comunione con il fiume vicino.   


La Nostra Storia


Il Passaparola nasce nel 1973, anche se ufficialmente è stato inaugurato nel giugno del 1974.
All’epoca non si chiamava Passaparola ma “Tre Lanterne” ed era gestito dalle sapienti mani di Rodolfo Castigniani e di sua moglie Vittoria Settesoldi.
I due hanno amministrato con passione e maestria il locale per ben 42 anni, fino alla morte di Rodolfo, al quale sono subentrati i figli.
Il locale ha lavorato molto sin dagli esordi, il che è dovuto sia al suo grandissimo giardino, situato lungo il fiume Bisenzio, sia all’apporto dei grandi chef che hanno lavorato nelle nostre cucine nel corso degli anni; fra questi ci sono Simone Orlandi, Enrico Randi, Franco Sacchetti e Fabio Rossi, tutti esponenti della cucina tipica toscana.
La pizzeria è sempre stata attiva anche se in quel periodo si preferiva la pizza sottile toscana, ricercata soprattutto nelle città di Prato e dintorni.
Nel 2001 è subentrata la terza generazione di Castignani, che col suo arrivo ha anche ribattezzato il locale col nome di “La Baracchina”.
Ad oggi, anche se ci chiamiamo Passaparola, continuiamo ad evolverci mantenendo le caratteristiche che hanno contraddistinto fin dall’inizio, ovvero l’amore per la buona cucina e per i nostri clienti.
Vi aspettiamo!


Share by: